by

Tutti i pericoli del fumo

Quasi sempre i danni provocati dal fumo sono palesi ed irreversibili, ma esistono anche pericoli più nascosti che a lungo andare diventano ugualmente dannosi ed invalidanti. Leggi l’articolo per saperne di più.

Uno di questi pericoli ”silenti” è la maggiore esposizione nel contrarre i germi. Secondo una ricerca condotta negli USA le componenti della sigaretta favoriscono la riproduzione di numerosi germi; essi provengono dalle foglie di tabacco e si moltiplicano durante la lavorazione. La contrazione avviene soprattutto quando si poggia in bocca una sigaretta spenta.

Inoltre, tra i pericoli del fumo vi sono i danni alla muscosa ed alle cellule di difesa della bocca, con conseguente diminuzione della barriera difensiva orale, senza escludere il rapido ingiallimento dei denti.

Altro danno sono i cambiamenti dell’espressione del volto. Con il fumo la pelle perde di elasticità e lucidità, assumendo un colorito opaco e poco naturale. La nicotina impedisce una corretta ossigenazione dei tessuti.

Ulteriore problema è la maggiore sensibilità al dolore. A tale pericolo sono maggiormente esposte le donne fumatrici. Secondo uno studio americano, nelle patologie il cui sintomo principale è il dolore cronico (fibromialgia, sciatica, dolore a schiena e collo) le donne che fumano avvertono più dolore.

Infine, un altro problema da non sottovalutare è la caduta precoce dei capelli. E’ un pericolo a cui sono maggiormente esposti gli uomini. Una ricerca ha evidenziato che nei soggetti che già soffrono di alopecia androgenetica, il fumo velocizza ulteriormente la caduta dei capelli, perché i vasi sanguigni che trasportano sostanze nutritive al cuoio capelluto, sono danneggiati dalle sostanze nocive della sigaretta.

Il fumo del tabacco contiene molte sostanze tossiche che si sprigionano nel momento della combustione. Quella di cui si sente maggiormente parlare è la nicotina, presente nella pianta del tabacco e generatrice del senso di dipendenza. Essa provoca eccitazione e benessere. Altro componente importante è il catrame, dall’elevato contenuto di sostanze cancerogene e provoca danni a lungo termine.

Il monossido di carbonio, gas inodore ed incolore, viene aspirato in quantità maggiore rispetto alle altre due componenti e si lega più rapidamente all’emoglobina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *