by

Riconoscere e trattare il morbillo

Il morbillo è sicuramente una delle malattie più conosciute. Spauracchio di mamme, insegnanti e bambini in età scolare, il morbillo è, infatti, una malattia estremamente contagiosa e la sua continua presenza in una comunità dipende proprio dalla sua possibilità di manifestarsi su nuovi “soggetti disponibili”, i bambini, per l’appunto. Nell’ultimo periodo, a motivo dell’insorgere di discussioni e polemiche contro le vaccinazioni e della nascita del cosiddetto movimento “no vax”, il morbillo è tornato ad essere sotto la luce dei riflettori. Tutti ne parlano, tutti si sono fatti la propria opinione “pro” o “contro”, ma vediamo meglio di cosa si tratta insieme alla redazione di Curamos.it

Cos’è il morbillo?

Per morbillo si intende una patologia esantematica causata da un virus. Sintomo tipico ed immediatamente evidente di tale infezione respiratoria è la comparsa di eruzioni cutanee su tutta la superficie del corpo, spesso accompagnata da altri sintomi (tosse, febbre, senso di spossatezza).
Ad oggi non esiste alcuna terapia o medicinale evente un effetto mirato sulla cura del morbillo, essendo appunto la sua insorgenza causata dall’azione di un virus.
Riguardo invece alla prevenzione ed alla profilassi, lo specifico vaccino protegge e tutela l’individuo al quale quest’ultimo è stato somministrato.
Purtroppo, visto il vertiginoso calo che in tutto il mondo stanno subendo i vaccini, una malattia di recente quasi completamente debellata sta tornando gradualmente a far sentire la propria morsa. Vediamo cosa dice su questo argomento il sito Curamos: rimedi naturali, erbe officinali e aromaterapia.

Come si prende il morbillo?

Trattandosi di un virus avente azione soltanto sugli esseri umani, tale patologia non colpisce in nessun modo gli animali.
Avendo un tasso di contagiosità molto elevato, il morbillo può essere facilmente contratto da persone non immunizzate, anche attraverso un semplice ed all’apparenza banale starnuto.
La durata della malattia va dai sette ai dieci giorni.

In che modo può essere trattato e curato?

Come accennato in precedenza, non esiste in commercio alcun rimedio efficace per trattare la comparsa e l’insorgenza del morbillo.
E’ possibile tuttavia operare, con buoni risultati, sulla sintomatologia ad esso correlata e collegata.
Paracetamolo per la temperatura corporea ed ibuprofene per i dolori diffusi mitigano in maniera significativa lo stato di malessere generale.
Essendo generato da un virus, il Paramyxovirus, è buona abitudine osservare un periodo di riposo, aspettando il normale decorso dell’infezione.
Viste però le complicanze ai quali i bambini possono incorrere, è utile monitorare costantemente la situazione, consultando di frequente il proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *