by

Era forse un’allergia?

Spesso in primavera, capita di ammalarsi di raffreddore. Può darsi in questo caso che gli starnuti non siano dovuti alla molesta azione di qualche virus, ma piuttosto ad un fenomeno chiamato allergia. Esso consiste in una reazione “eccessiva” dell’organismo di alcune persone quando esse vengono in contatto con determinate sostanze dell’ambiente

Le sostanze che possono provocare allergia sono le più variate: la polvere delle strade, peli di animali, cibo o bevande di ogni genere, polline, il veleno degli insetti, microorganismi, sostanze chimiche…

Il meccanismo dell’allergia è in parte simile a quello dell’immunità: un primo contatto insegna all’organismo a produrre anticorpi, e ciò accade senza segno di malattia, in quanto gli allergeni, cioè le sostanze che provocano allergia, di per se stessi sono quasi sempre innocui; nel contatto successivo si ha formazione di anticorpi, e contemporaneamente produzione nell’organismo di una sostanza detta istamina e di altre sostanze che agiscono sui vasi sanguigni. L’istamina provoca le manifestazioni allergiche,esse possono interessare le vie respiratorie (raffreddore, asma…), gli occhi (prurito, lacrimazione), la pelle (orticaria, eczemi), le vie digestive (vomito, diarrea) e perfino il cuore e il sistema nervoso.

Il miglior rimedio contro l’allergia è ovviamente, quello di evitare il contatto con le sostanze che lo provocano. Quando essa insorge si possono usare medicinali contenenti sostanze antistaminiche, cioè che bloccano l’azione della istamina.

Secondo le statistiche, più della metà degli uomini soffre in modo più o meno grave, di qualche forma di allergia: questa raramente si osserva nei primi anni di vita, ma si manifesta per la prima volta, nella maggior parte dei casi, tra i 20 ei 40 anni di età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *